0

Mini cart

Non hai articoli nel carrello.

Swipe to the right

Imparare a riciclare: come insegnare l’ecologia ai nostri bambini

Imparare a riciclare: come insegnare l’ecologia ai nostri bambini
Da Sara Pacifici 18 ottobre 2018 224 Visualizzazioni

Ci troviamo in un’era in cui si è perso il valore di ciò che ci circonda, di quanto siano importanti l’acqua che beviamo e con cui ci laviamo, l’aria che respiriamo, la natura che ci permette di vivere.

Sentiamo spesso notizie di catastrofi ambientali che frequentemente sono dovute proprio alla disattenzione ed incuria dell’uomo, che crea, con i suoi comportanti errati, l’inquinamento dell’aria, lo spreco di risorse e l’abbattimento degli alberi.

Per questo è importante insegnare ai nostri figli il rispetto per l’ambiente, valore che spesso (purtroppo) vediamo scemare.

Come spiegare l’ecologia ai bambini

Il mondo dei bambini è dominato da innocenza e spensieratezza, una realtà giocosa e colorata, dove le problematiche del mondo sono lontane. Ma questo non deve limitare i genitori nello spiegare che cosa è l’ecologia e quali sono le buone abitudini ecosostenibili, sia con gesti che parole, non è mai troppo presto per farlo.

Nei primissimi anni, tutto quello che il bambino sperimenta e conosce crea un forte impriting. Educarli fin dalla tenera età permette di formare degli adulti responsabili e affidabili.

L’importante è presentare questi argomenti sotto forma di gioco e divertimento, evitando di mostrare le problematiche in maniera traumatica. Proporre discorsi realistici ma non esagerati, su come e quanto sia bello e facile salvaguardare il mondo, le persone e gli animali.

Ciò che al bimbo viene presentato sotto forma di divertimento lo fa sentire stimolato ad imparare. Si può spiegare ai bambini cosa è l’inquinamento, quali comportamenti lo producono, utilizzando esempi pratici, che li aiutano a capire se un loro comportamento può essere sbagliato, utilizzando discorsi semplici, senza parole complicate e rimproveri intimidatori.

Nulla si impara in un giorno, è un insegnamento continuo e graduale, che inizia quando i bambini sono ancora piccoli, ma già in grado di capire gli atti che compiono.

I genitori: il primo esempio

In questa attività il ruolo della famiglia è estremamente importante, i genitori sono i primi educatori del bambino. Essere un buon esempio è indispensabile per iniziare ad alimentare nel piccolo la sensibilità per il benessere del pianeta.

Il bambino assorbe tutto ciò che accade intorno a sé, tutti i gesti non verbali, ogni comportamento del genitore viene emulato dal piccolo per apprendere più velocemente. Per questo è importante che ciò che mostriamo a nostri figli sia corretto e coerente con ciò che gli insegniamo.

Ogni genitore e componente della famiglia deve assicurarsi di dare esempi positivi, atteggiamenti responsabili e consapevoli, come evitare sprechi di risorse, differenziare i rifiuti e ridurre le fonti di inquinamento.

Comportamenti ripetuti quotidianamente creano dei figli educati e sensibili all’ambiente.

L’ecologia nei gesti quotidiani

Si può insegnare il rispetto dell’ambiente e delle risorse che ci fornisce ogni giorno, dalle nostre azioni quotidiane, che i bimbi svolgono con noi.

Nell’utilizzo dell’acqua per lavarsi i denti o le mani, è importante insegnare a chiuderla nel momento in cui ci insaponiamo le mani o ci spazzoliamo i denti. Attenzione nella doccia, a non utilizzarla per troppo tempo, a dosare bene il getto dell’acqua.

Insegnare ad evitare ogni tipo di spreco: dopo aver lavato le verdure è bene utilizzare l’acqua per innaffiare le piante del nostro giardino o balcone, cosa che permette riutilizzare l’acqua e di prendersi cura della natura.

Un’altra attenzione da non sotto valutare è evitare lo spreco della corrente elettrica, spegnere la luce quando si esce dalla stanza, non lasciare accesso un dispositivo elettronico, come il televisore, se non lo stiamo utilizzando.

L’acqua e l’elettricità sono preziose risorse che non vanno sprecate.

Non di secondo piano è il cibo, che non va assolutamente sperperato, bisogna far capire ai bambini quanto sia importante finire tutto ciò che hanno nel piatto e a scegliere alimenti sani e naturali.

L’ecosostenibilità alimentare è il principio cardine che va insegnato fin dai primi anni di vita.

Altro tema importante da presentare ai bambini è quello degli spostamenti, insegnar loro ad affrontare piccoli tragitti a piedi o in bicicletta, per evitare di creare inquinamento e preservare l’aria che ci circonda.

Insegnare ad utilizzare e il valore della bicicletta sensibilizza i piccoli all’importanza del benessere, delle persone e dell’ambiente, al divertimento e alla bellezza dei panorami che si possono ammirare pedalando.

Anche andare a scuola può essere fatto in maniera sostenibile, a piedi o in bici se la scuola è vicina, o creando delle car-pooling con le mamme di altri bambini, per utilizzare meno automobili possibili.

Imparare giocando

Si possono insegnare le pratiche del riciclo sotto forma di gioco, divertendosi con i propri bambini, rendendoli partecipi e responsabili, con attività per stimolare la fantasia e la creatività.

Con il divertimento i bambini impareranno davvero e i genitori avranno spiegato l’ecologia nel modo migliore.

Si possono prendere secchi di diverso colore, ognuno per una tipologia di rifiuto, il bambino può essere responsabile di un bidone, dove dovrà buttare il rifiuto corrispondente.

Si sentirà così coinvolto e consapevole del valore della sua azione.

Molti materiali, come i rotoli di carta igienica o i vasetti dello yogurt, possono essere riutilizzati per creare dei giochi per i bambini, come vi avevamo suggerito in questo articolo.

Il tutto permette di trascorrere del tempo giocoso e divertente con i propri bimbi, insegnando loro dei valori importanti e può essere condito da una bella filastrocca, che aiuta a imparare più facilmente le regole di comportamento fondamentali per la salvaguardia dell’ambiente e per rendere il gioco ancora più divertente.

Noi vi suggeriamo questa:

Filastrocca sul rispetto dell’ambiente e delle sue risorse

Qui si impara inver giocando,
risparmiando e riciclando…
per salvare questo mondo
in allegro girotondo.

L’acqua oggi è assai preziosa,
più importante di ogni cosa,
non sprecarla nella doccia
e conservane ogni goccia

Pile, carta, lampadine,
vetro, plastica e lattine,
non buttarle tutte insieme,
differenziale per bene!

Mentre giochi coi colori,
puoi scoprir nuovi valori:
il rispetto dell’ambiente,
della terra e della gente.

Jolanda Restano
Filastrocca scritta in occasione dell’Acqua Academy 2012.

Fonti:

ACQUISTA IN TRANQUILLITà
SPEDIZIONE GRATUITA

Spedizione gratis per acquisti superiori ai 100 euro

TRANSAZIONI  SICURE

Massima sicurezza sui tuoi pagamenti

RESO GRATUITO

Puoi rendere i tuoi capi fino a 14 giorni dalla consegna senza problemi  

CONSEGNA

48/72 ore per ricevere i tuoi ordini

RISPETTO & RESPONSABILITA' 

Impegnamoci insieme a ridurre l'inquinamento da trasporti attraverso un acquisto consapevole

Loading...