0

Mini cart

Non hai articoli nel carrello.

Swipe to the right

Simona Fontana

Simona Fontana
Da Simona Fontana 21 febbraio 2018 442 Visualizzazioni

Oggi la nostra capitana coraggiosa, Simona Fontana, Avvocato specializzato sui diritti della donna ci parla di un tema caro a tutte noi mamme. Scopri le opportunità di lavoro flessibili Cora Happywear e diventa una lifestyler.

Simona Fontana : "L’Imprenditoria femminile sta cambiando; le imprese femminili non rappresentano più casi sporadici ma stanno crescendo e stanno assumendo un ruolo sempre più importante nella vita economica del nostro paese.

Dal 2010 al 2015 sono nate ben 35 mila imprese femminili che rappresentano il 65 % delle 53 mila nuove nate in Italia.
Il tasso di crescita delle imprese femminili in questo arco temporale risulta del 3,1% a fronte dello 0,5 % di quelle maschili.
Le imprese femminili, quindi, rappresentano il 21,7 % del totale delle imprese e complessivamente occupano circa 3 milioni di persone.
Sono dati importanti che non possono lasciare inerti ma anzi devono rappresentare uno stimolo per capire e comprendere nel modo più vero e profondo che ciò che possiamo apportare al mondo economico è qualcosa di tangibile e reale non frutto di semplici desideri del tutto avulsi dal reale ed effettivo contesto in cui viviamo.
Non solo le imprese femminili sono cresciute nel senso sopra indicato ma tale crescita è riscontrabile proprio in quei settori nei quali predominava la figura maschile nei quali cioè la presenza femminile era considerata quasi inesistente in quanto era diffusa e radicata l’idea per cui le competenze necessarie per il loro sviluppo e progresso fossero privilegio maschile.
Pensate che la presenza delle donne nel settore High Tech è cresciuta del 9,5% mentre nell’ambito la percentuale è passata dal 9% del 2010 al 15,4% del 2015.
Non voglio sembrare femminista accanita, non lo sono per niente, credo fortemente nell’importanza dell’arricchimento reciproco nello sviluppo armonioso, efficace ed efficiente che si viene a determinare quando nelle realtà aziendale viene consentito l’incontro e lo scambio tra le differente qualità che sono insiti nell’uomo e nelle donne.
Quando cioè le donne non devono obbligarsi, per essere valorizzate e considerate sul piano lavorativo, ad “indossare” abiti che non le appartengono e che la obbligano a silenziare parti di se che se ascoltate sprigionerebbero creatività di cui ne beneficerebbe l’intero contesto lavorativo.
Perché il mondo imprenditoriale ha bisogno di noi? Io credo che ciascuna donna sviluppi delle doti e delle capacità che sono intrinseche in ognuna di noi e che spesso non valorizziamo in quanto siamo convinte che nel nostro essere donne inserite in uno specifico contesto lavorativo non dobbiamo mostrarle ma anzi dobbiamo cercare di nasconderle.
Cosa ne pensate di queste capacità? Vi ritrovate ad allenarle quotidianamente?
- Capacità di avere una visione di sistema e multidisciplinare;
- Capacità di valorizzare le differenze;
- Capacità di ascoltare per intercettare, bisogni aspettative ed opportunità nel momento in cui si delineano;
- Capacità di attivare ambienti e sinergie di collaborazione;
- Capacità di valorizzare l’empatia per creare team basati sulla fiducia
Ecco l’impegno di questo mese fino al prossimo post sarà quello di acquistare una maggiore consapevolezza di quanto possiamo, grazie alle nostre innate capacità, arricchire il mondo del lavoro."


Pubblicato in: Capitane coraggiose
ACQUISTA IN TRANQUILLITà
SPEDIZIONE GRATUITA

Spedizione gratis per acquisti superiori ai 100 euro

TRANSAZIONI  SICURE

Massima sicurezza sui tuoi pagamenti

RESO GRATUITO

Puoi rendere i tuoi capi fino a 14 giorni dalla consegna senza problemi  

CONSEGNA

48/72 ore per ricevere i tuoi ordini

RISPETTO & RESPONSABILITA' 

Impegnamoci insieme a ridurre l'inquinamento da trasporti attraverso un acquisto consapevole

Loading...